Insetti, l’Europa ne autorizza l’utilizzo nei mangimi animali

Insetti, l’Europa ne autorizza l’utilizzo nei mangimi animali
Punteggio0
Punteggio0

Pochi ne hanno parlato, ma per il settore si tratta di una svolta importante. Dal 7 settembre di quest’anno, infatti, la Commissione Europea – facendo decadere il divieto introdotto nel 2001 – ha autorizzato l’utilizzo di insetti e derivati nei mangimi destinati ad alimentazione di pollame e maiali.

Secondo alcune stime, grazie a questo via libera la produzione di insetti ad uso alimentare potrebbe passare da 10mila tonnellate all’anno a 500mila nel 203o.

In Europa esistono già paesi che consentono l’uso di cibi derivati dagli insetti (come Regno Unito, Olanda e Belgio), ma tra questi non c’è l’Italia. Gli insetti più utilizzati sono vermi (in particolare le tarme della farina) e cavallette: raramente cucinati essiccati o fritti, più spesso macinati per produrre farine p biscotti.

Il vantaggio dell’utilizzo degli insetti in cucina – secondo alcuni studi – è economico e ambientale: per allevare grilli, infatti, si produce l’80% in meno di metano rispetto a una mucca e dieci volte meno ammoniaca rispetto ai maiali. Inoltre parliamo di prodotti a basso costo, veloci da “produrre” e con elevate proprietà nutritive.

Ultimo aggiornamento il Ottobre 20, 2021 4:59 pm

 

Ci piacerebbe sapere che ne pensi

Lascia un commento

Login/Register access is temporary disabled
Vai alla barra degli strumenti